Questo drink classico, da tempo è tornato alla ribalta grazie ad una moda vintage, che lo vede protagonista della carta cocktail in molti bar. La sua storia parte da un raffinato salotto del Kentucky, all’inizio del secolo scorso, quando negli Stati Uniti il whiskey di contrabbando era la normalità.

Un distillato di scarsa qualità, che veniva stemperato con zucchero e soda, la base perché venisse inventato l’Old Fashioned, aggiungendo l’Angostura per dare un tocco di amarognolo e di speziatura, perfetta per correggere e smorzare il gusto non perfetto del whiskey dell’epoca.
 

Dalla creatività di un barman, l’Old Fashioned arriva in tutto il mondo

Secondo la leggenda dei barmen americani, l’Old Fashioned nacque dalle sperimentazioni e miscelazioni del barman del Pendennis Club a Louisville, la più grande città del Kentucky, in collaborazione con il Colonnello James E. Pepper, distillatore di bourbon della zona.

In breve tempo il cocktail divenne celebre e il bicchiere con cui si serviva, un tumbler basso, venne chiamato Old Fashioned!
 

La ricetta originale dell’Old Fashioned sembra risalga proprio al 1900, con una dose di zucchero minima (una punta di cucchiaino), e qualche goccia di assenzio o orange curaçao su richiesta. In tal modo, infatti, il cocktail acquista meno note amare dovute al bitter angostura, bilanciandosi e diventando un drink più complesso.

Questa versione, però, non fu trasmessa nel tempo e chiunque segua un corso barman base, si deve attenere ad una ricetta Old Fashioned standard, rilevata in tante trascrizioni e definita anche dalla IBA, dove al massimo una ciliegina al maraschino nella decorazione, può definire un tono dolce e sfizioso al cocktail.

Ingredienti del cocktail Old Fashioned

  • 45 ml di Rye Whiskey
  • una zolletta di zucchero
  • gocce di Angostura bitter
  • 1 cl (spruzzo) di soda per sciogliere la zolletta
  • scorza di arancia
  • ciliegina al maraschino – da aggiungere dopo (può essere superflua) 

Da servire in un tumbler basso con ghiaccio.

I corsi da barman per creare i cocktail più celebri

Perfetto per chi vuole mettersi alla prova nella preparazione cocktail, l’Old Fashioned è uno tra quelli che fanno parte delle esercitazioni nei corsi di Accademia Barman.

Per imparare a creare cocktail e drink con un corso di bartending, le ricette dei cocktail più famosi vanno eseguite con le corrette tecniche e attrezzature, come solo un barman professionista sa fare.

Diventare esperti nella preparazione cocktail si può, partendo da un corso barman di base e poi un corso Mixology (liquoristica, merceologia, bitter home made, etc.).

Per chi ama anche esibirsi in versaggi e miscelazioni veloci, i corsi di flair Bartender e speed working consentono di lavorare in velocità e con movimenti acrobatici.

Nei programmi dei corsi barman sono previsti momenti di studio e teoria, ma soprattutto esercitazioni pratiche al bancone bar, con veri alcolici e docenti altamente qualificati nel bartending.

La sede di Accademia Barman si trova a Roma in Via Rocca Priora n. 47 (Fermata della Metro A Colli Albani). Tutti i Corsi si svolgono nella nostra Accademia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *