Le abitudini dei mesi passati in cui ci siamo trovati in casa, e la voglia di provare a sperimentare ci ha portato a preparare ricette di cucina e di drink a cui non avremmo mai “osato” approcciarci, a volte con ottimi risultati a volte con esiti deludenti. 

Mentre nel Food ce la siamo cavata con il delivery o con i semilavorati della GDO, nel mondo dei drink ci sono state improbabili soluzioni che troppo spesso ci hanno deluso.

Quindi questo articolo è dedicato a tutti coloro che vogliono preparare dei drinks nella propria confort-zone domestica. Potremo goderci il gusto di un cocktail preparato da noi stessi, potendo sperimentare le sfumature di profumi, sapori, texture e combinazione degli ingredienti.

Fondamenti della preparazione dei Cocktail

Per preparare un buon cocktail dobbiamo aver chiari queste indicazioni:

  • Il ghiaccio non è un nemico, ma è il miglior alleato di un buon drink
  • Eseguire la tecnica corretta (e le quantità precise) darà sempre un buon risultato
  • Avere un minimo di attrezzatura professionale ci aiuta nella realizzazione dei cocktail
  • Se il gusto non è quello desiderato possiamo correggere il drink prima di berlo

Linee guida per la realizzazione dei drinks

Per prima cosa assicuriamoci di avere a disposizione la ricetta del cocktail e gli ingredienti necessari.

  • Se il drink è servito direttamente nel bicchiere mettiamo il ghiaccio in abbondanza per farlo raffreddare correttamente (i bicchieri tenuti in frigorifero o congelatore facilitano il buon risultato finale).
ghiaccio-cristallino-per-fare-cocktail
Il ghiaccio da utilizzare deve essere cristallino (cioè trasparente) e si può acquistare ormai anche in molti supermercati
  • Quando dobbiamo utilizzare sei succhi freschi (es: spremuta di limone) prepariamoli prima subito prima di iniziare.
  • Mettiamo il Ghiaccio nello Shaker o nel Mixing Glass per almeno un paio di minuti per “raffreddare“ anche questi ultimi. 
  • eliminiamo SEMPRE l’acqua di fusione da bicchieri, Shaker o Mixing Glass prima di versare gli ingredienti.
  • Per essere certi di mettere le giuste quantità utilizziamo dei Jigger (sono misurini graduati che facilitano la quantificazione dei prodotti alcolici ed analcolici).
  • Shakeriamo con energia per un tempo dai 10 ai 20 secondi (alcuni Barmen shakerano per un tempo differente in funzione del drink che stanno preparando).
  • Mescoliamo nel Mixing Glass con movimento rotatorio del Bar Spoon per un tempo dai 15 ai 25 secondi (alcuni Barmen mescolano per un tempo differente in funzione del drink che stanno preparando).
come-fare-un-cocktail-a-casa
Shaker e Mixing Glass devono essere riempiti di ghiaccio per almeno 2/3 della capienza
  • Prima di versare nel bicchiere utilizziamo un cucchiaino per assaggiare (ed eventualmente correggere aggiungendo ad esempio del succo di limone in un drink Sour).
  • Quando il drink dovesse essere annacquato vuol dire che abbiamo shakerato (o mixato) per troppo tempo, utilizzato poco ghiaccio o non abbiamo tolto l’acqua di fusione.

Un cocktail dovrebbe essere sempre servito freddo, e se il ghiaccio è poco si rischia facilmente di non arrivare alla giusta temperatura.

Se seguiremo il protocollo corretto saremo anche in grado di offrire un aperitivo di livello eccelso ai nostri ospiti prima (o dopo) una cena. Come molti hanno il piacere di scegliere i distillati e i vini più adatti o ricercati per propri amici, voi sarete in grado di essere anfitrioni perfetti.

Per chi ama gli abbinamenti si può arrivare ad avere la possibilità di poter fare un cocktail-pairing(cioè abbinare il cibo e cocktail).

Per ciò che riguarda punto di preparazione su cui poter iniziare a preparare in nostri cocktail è sufficiente un piano di lavoro della cucina o un tavolo, l’importante è che sia abbia lo spazio per versare gli ingredienti e utilizzare i tools senza sbattere o rischiare di far cadere qualcosa. Aiuta di sicuro essere nelle vicinanze di un lavandino per sistemare e pulire la nostra zona di preparazione home-edition.

come-fare-un-cocktail-a-casa

Notase le dosi non sono espresse in centilitri o millilitri, ma in once (simbilo OZ) considerate il seguente rapporto di conversione

1 OZ = 3 centilitri

 Kit Home-Barman, l’aatrezzatura indispensabile per fare cocktail a casa

  • 1 Shaker (Cobbler o Boston) 
  • 1 Mixing glass 
  • 1 Bar Spoon con pestello 
  • 1 Strainer cocktail
  • 1 Bar mat tappetino cocktail
  • 1 Jigger 10/20 ml
  • 1 Jigger 15/30 ml
  • paletta Dry per il ghiaccio
  • Pinza per frutta
  • 1 Bar Mat
  • 1 spremi limone/lime a manuale
  • 1 contenitore per il ghiaccio
  • 1 tagliere 
  • 1 coltello per la frutta
  • bicchieri assortiti

per ciò che concerne alcuni elementi si può ovviare con alcune soluzioni spartane:

un qualsiasi spremiagrumi domestico può essere utilizzato per lime/limone

come-fare-un-cocktail-a-casa-succo-di-lime

il contenitore per il ghiaccio potrebbe essere una ciotola qualsiasi

un cucchiaio può sostituire la paletta per il ghiaccio

e una forchettina può sostituire la pinza per la frutta.

Se ti appassiona il mondo dei cocktail contattaci per partecipare ad uno dei nostri Corsi da Barman.

La sede di Accademia Barman si trova a Roma in Via Rocca Priora n. 47 (Fermata della Metro A Colli Albani). Tutti i Corsi si svolgono nella nostra Accademia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *